There was an error in this gadget

Monday, December 31, 2007

Anno Nuovo

Premettendo che c'è chi come il sottoscritto ha già festeggiato l'inizio del nuovo anno qualche giorno fa, e quindi che per qualcuno oggi sarebbe già il 10 gennaio secondo la nuova datazione...

...comunque, seguendo la vecchia datazione, siamo adesso a poche ore dall'inizio del nuovo anno. E quale momento migliore di questo per farsi avanti con la lista dei buoni propositi (ripescata da una vecchia scatola in soffitta)?!


Il fatto che tutti i miei buoni propositi richiedano TEMPO mi preoccupa un po'...
...che sia davvero il destino dell'uomo quello di essere "schiavo del suo tempo senza più consolazione"?! :P

Comunque, considerato il fatto che un minimo di ore di sonno per notte devo pur dormire, e che, da contratto, un minimo di ore al giorno devo lavorare...
...non resta che ingegnarsi a trovare soluzioni più efficienti per gestire il rimanente tempo libero...
...che messo in questi termini sembra un vero e proprio problema ingegneristico che ha bisogno di essere risolto!!! :D

AUGURI A TUTTI PER UN RISOLUTO 2008!!!

Saturday, December 29, 2007

Villa Ada Posse

I Villa Ada Posse (anche Villa Ada Crew), sono una crew di artisti reggae raggamuffin di Roma. Da oltre dieci anni di attività contribuiscono significativamente alla storia della scena musicale raggamuffin italiana.
I motivi per cui ho scelto di parlare di questo gruppo in questa sede ed in questo momento sono almeno due:
- primo, anche grazie all'ascolto della loro musica (ad esempio della canzone Tutta na famija) sono rinsavito giusto in tempo prima di iscrivermi nelle liste della lega nord :P
(per chi invece volesse procedere col tesseramento 2008 può seguire il link : http://www.leganordpadania.org/ ...ma consiglio di prestare attenzione salendo sul carroccio)
- secondo motivo, al loro concerto di qualche settimana fa a Milano mi sono divertito parecchio. Per esempio con la canzone che vi propongo qui sotto, dedicata all'A.S. Roma dell'anno dello scudetto: molto simpatica, specialmente la parte alla fine...
...Buon ascolto!

Wednesday, December 26, 2007

Allora avanti...

Finchè c'è vita c'è speranza, e finchè ci sono lettori si va avanti! Mi impegnerò di più per fare la mia parte (aggiornare) :)

Colgo l'occasione per fare a tutti auguri di buone feste e per proporvi questa canzone che (guarda il caso) mi è entrata in testa e non riesce più ad uscire di lì negli ultimi giorni...



PLAIN WHITE T'S - "Hey There Delilah"

Hey there Delilah
What's it like in New York City?
I'm a thousand miles away
But girl, tonight you look so pretty
Yes you do
Times Square can't shine as bright as you
I swear it's true

Hey there Delilah
Don't you worry about the distance
I'm right there if you get lonely
Give this song another listen
Close your eyes
Listen to my voice, it's my disguise
I'm by your side

Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me
What you do to me

Hey there Delilah
I know times are getting hard
But just believe me, girl
Someday I'll pay the bills with this guitar
We'll have it good
We'll have the life we knew we would
My word is good

Hey there Delilah
I've got so much left to say
If every simple song I wrote to you
Would take your breath away
I'd write it all
Even more in love with me you'd fall
We'd have it all

Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me

A thousand miles seems pretty far
But they've got planes and trains and cars
I'd walk to you if I had no other way
Our friends would all make fun of us
and we'll just laugh along because we know
That none of them have felt this way
Delilah I can promise you
That by the time we get through
The world will never ever be the same
And you're to blame

Hey there Delilah
You be good and don't you miss me
Two more years and you'll be done with school
And I'll be making history like I do
You'll know it's all because of you
We can do whatever we want to
Hey there Delilah here's to you
This one's for you

Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me
What you do to me.

Monday, December 24, 2007

BLOG CHIUSO...


...per assenza di visitatori... :(

Friday, September 7, 2007

Buono per un ritrovamento fortuito - Voucher for a lucky retrieval :)

Martedì mattina. Il ragazzo esce di casa. Ancora frastornato dalla brusca sveglia. Barcollando fino alla metropolitana. Linea verde ATM per Gessate/Cologno. In piedi pressati come sardine. Centrale FS, corsetta veloce fino all’uscita, un contabile di mezz’età in doppiopetto sgambetta nella fretta di fare la sua strada. Il ragazzo mantiene l’equilibrio, scala mobile, bus ATM linea 727 per Cinisello. Finalmente seduto comodo su uno dei posti in fondo, leggendo il più bello e coinvolgente libro degli ultimi anni. Alla torre in piedi, giù dal bus, a passo svelto verso il posto di lavoro. Entrata, saluti, “Caffè?!”, i colleghi annuiscono assonnati. Il ragazzo fruga nella borsa, poi nelle tasche dei jeans, poi nella borsa, tasca davanti, altra tasca davanti, primo scomparto, nervosismo… secondo scomparto, tasche dei jeans, secondo scomparto, molto nervosismo… tasca davanti, tasche dei jeans, primo scomparto, tasche, tasca, scomparto… niente… le chiavi sono perse!

Attimi di panico. Internet. ATM Ufficio oggetti smarriti. Dal Lunedì al Venerdì 8.30-16 numero di telefono 02/… “Pronto Ufficio oggetti smarriti?!”. “Ho perso un mazzo di chiavi sui mezzi…” “Deve venire qui Venerdi prossimo! Sa, ci mettono 2 giorni ad arrivare… quando arrivano…”. Panico!


In tasca il portafoglio. Nel portafoglio il biglietto verde. 2 giorni prima portafogli smarrito trovato sulla metro linea verde per Abbiategrasso. 80 euro e spiccioli. Consegnato alle autorità della metro. Mezz’ora di impicci burocratici. Foglietto verde come riceuta. Alba di soddisfazione e autocompiacimento per la buona azione.

3 giorni più tardi. 8.40 ufficio oggetti smarriti dell’ATM. “Ho smarrito un mazzo di chiavi…” “Dia un’occhiata laggiù”. Sul muro centinaia di mazzi di chiavi smarrite… e tra loro… lui! Ottima cosa, 93 centesimi di tassa di custodia e via… Fortuna meritata!

One day I found a wallet on the metro. I gave it to the police. I received a green piece of paper as receipt: my "voucher for a lucky retrieval"! Some days later I lost my keys on the metro, or on other Public Transportation vehicle . 3 days later I went to the "lost and found" office where I found and got back my keys. :D


Sunday, August 26, 2007

Buono “valido per un tradimento” disponibile su www.cheatneutral.com - Voucher “valid for a cheating” available at www.cheatneutral.com

“Dalle indulgenze alla compensazione delle emissioni di biossido di carbonio”…

Qualche giorno fa, gironzolando sulla rete di link in link, mi è capitato di imbattermi in un interessante sito web: www.cheatneutral.com. Su tale sito gli organizzatori offrono, alle coppie moderne, un metodo semplice ed indolore per rimediare alle sofferenze a seguito di tradimenti reciproci: sul modello delle indulgenze (nei secoli dal XIV al XVI, offerte di denaro per ottenere l’assoluzione dei peccati), un partner che tradisce l’altro può pagare una somma di denaro agli organizzatori del sito, ottenendo in cambio IL PERDONO. Il denaro sborsato in tal modo dagli amanti infedeli viene successivamente devoluto alle coppie fedeli o ai single iscritti al sito. Il risultato “EVIDENTE” (documentato con tanto di testimonianze di storie vere http://www.cheatneutral.com/projects/) è che si ha una compensazione dell’infedeltà di alcuni grazie alla fedeltà di altri! Ottimo direi!

…calma gente, il biondo, che adesso vi parla di queste cose, non è impazzito del tutto! Infatti dopo un primo momento di sconcerto, ho letto meglio sul sito in questione, e ho potuto scorgerne la vera finalità.

Il progetto sopra decritto non è altro che una provocazione (ben pensata, n.d.a.) contro i piani internazionali di compensazione delle emissioni di biossido di carbonio. Secondo tali accordi (come ad esempio l’European Union Emission Trading Scheme, EU ETS), tutti studiati per combattere l’effetto serra, una compagnia industriale che inquina oltre il limite massimo consentito, deve comprare crediti da altre compagnie che inquinano meno. Il risultato (anche questa volta “EVIDENTE”) è che permettendo alle compagnie ricche di comprare “buoni inquinamento”, e permettendo così loro di inquinare anche per le compagnie più piccole che non ci riuscirebbero, si contrasta l’effetto serra!

Alla pagina http://www.cheatneutral.com/about/ si possono leggere i 5 motivi per cui i piani di bilanciamento dell’infedeltà sono come i piani di bilanciamento delle emissioni di biossido di carbonio:

  1. Cheatneutral fa sembrare accettabile il tradimento nella vita di coppia, e i piani di bilanciamento delle emissioni fanno sembrare accettabile l’inquinamento oltre i limiti consentiti.
  2. Cheatneutral fa veramente poco per ridurre i tradimenti nel mondo, così come i piani di bilanciamento delle emissioni fanno poco per combattere l’effetto serra.
  3. E’ impossibile misurare la sofferenza causata da un tradimento, così come è al momento impossibile misurare i benefici del bilanciamento delle emissioni.
  4. Cheatneutral può incoraggiare a tradire di più, offrendo un metodo per non sentirsi in colpa. Allo stesso modo, i piani di bilanciamento delle emissioni possono essere una legittimazione per chi inquina molto, e non un metodo che inviti ad inquinare di meno.
  5. Cheatneutral è completamente il modo sbagliato di risolvere i problemi di coppia. E i piani di bilanciamento delle emissioni sono completamente il modo sbagliato di combattere l’effetto serra.

A seguito, ancora alla pagina http://www.cheatneutral.com/about/, sono presentati dei validi suggerimenti su cosa si può invece fare per combattere realmente l’effetto serra.



”From indulgences to the carbon offset…”

For the English-speking readers: my suggestion to take a look directly at the funny and interesting website www.cheatneutral.com.


Saturday, August 18, 2007

Film da vedere - Movies to be watched

Se non lo avete già fatto, vi suggerisco di vedere "Alpha Dog" di Nick Cassavetes. Per qualche strana ragione, a me ha fatto ricordare "American History X" (anche quello molto bello). Forse per via dei tatuaggi e delle teste rasate... Boh! Buonanotte!

If you didn't do yet, I suggest you to watch "Alpha Dog" of Nick Cassavetes. For some strange reasons, it reminded me "American History X" (very good also that one). Maybe because of the tatoos and the shaved-heads... No idea! Good night!



http://www.imdb.com/title/tt0426883/

Thursday, August 16, 2007

Per la serie "Film NON consigliati" - For the "NOT suggested movies" series

Cominciamo con un film che assolutamente NON vi consiglio...

Let's start with a movie that I absolutely DO NOT suggest you...


" HOSTEL 2 "


Monday, August 13, 2007

Supporto Multilingua - Multilanguage Support

Come non passare queste brevissime ferie d'Agosto lavorando per aggiungere un Supporto Multilingua al blog?
Vi avviso però che le sezioni "L' angolo dell'Inglese" e "L' angolo del Tedesco" sono ancora in fase di test e si potrebbero trovare delle imperfezioni.
Il Supporto Multilingua si appoggia a www.corriere.it, e così c'è anche un link a tale fonte informativa. Spero vi piaccia!

How can I not to spend this short summer vacation working to add a Multilanguage Support to the blog?
However the sections "English Corner" and "Deutsch Winkel" are still under test, and imperfections might be found.
The Multilanguage Support is empowered by www.corriere.it, so there is also a link to that news source. I hope you will like!

Tuesday, August 7, 2007

Supporto Multimediale - Multimedia Support

Spero apprezzerete la novità di una finestra multimediale per una comunicazione più diretta. Oggi mi sento di condividere un simpatico video dei Wir Sind Helden. Saluti!

I hope you will appreciate the new feature of a multimedia window for a more direct communication. Today I feel to share a funny video of Wir Sind Helden. Cheers!

Thursday, August 2, 2007

Winter Gutschein

Rieccoci finalmente a noi… per dire che il potente strumento del “Gutschein” trovò anche altre, più originali, applicazioni durante la seconda guerra mondiale …

…agli inizi della guerra, e precisamente nell’estate del 1940, l’offensiva inglese in Francia si era conclusa con un grave fallimento. Inoltre al tempo, dopo essere tornati a casa con la coda tra le gambe, gli inglesi temevano un tentativo di invasione da parte dell’esercito tedesco in Gran Bretagna.

C’è da dire che a quel tempo gli inglesi non erano preparati a questo, e in particolare non erano dotati del potenziale bellico necessario a respingere il nemico. Così, per dissuadere Hitler dallo spedire il suo esercito oltreManica, le autorità britanniche iniziarono a far circolare false notizie su nuove armi segrete in dotazione all’esercito inglese: mitragliatori killer in grado di abbattere un gran numero di velivoli nemici, mine dal potere devastante controllate tramite raggi invisibili, carri armati in grado di abbattere anche grossi aerei da trasporto, eccetera, eccetera… Fino all’apogeo della mina in grado di incendiare il mare (vedi il seguente articolo diffuso dalle autorità britanniche al tempo).

“Gli inglesi hanno una nuova arma. E’ una mina da lanciare dagli aerei. A differenza di altre mine, tuttavia, questa non esplode, ma spande uno strato molto sottile di un liquido altamente infiammabile e volatile sulla superficie dell’acqua su una vasta superficie. La mina fa successivamente incendiare il liquido provocando terribili fiamme.”

Ma la ciliegina sulla torta dell’intera campagna dissuasiva fu l’idea, nel Dicembre 1940, di far piovere dal cielo sulle truppe tedesche migliaia di bigliettini come quello in figura.



Here we are again… to say that the powerful “Gutschein” was used, during the second world war, also in other original ways …

…at the beginning of the war, in the summer of 1940, the English offensive in France ended in a hard failure. English people were then afraid of a possible German invasion.

At that time they weren’t ready for this, they didn’t have the strength to defend themselves against the enemy. So, in order to discourage Hitler, English authorities started to send around fake news about innovative and terrible weapons: killer tommy-guns able to shoot down a lot of enemy aircrafts, high potential landmines controlled with invisible rays, tanks able to shoot down even big transport airplanes, etc.. Up to the apogee of the mine able to put on fire the sea (see the following article published by English authorities at that time).

“The British have a new weapon. It is a mine to be dropped from aircraft. In distinction from other mines, however, it does not explode, but spreads a very thin film of highly inflammable and volatile liquid over the surface of the water for an enormous area. The mine’s further action then ignites this liquid provoking a terrible flame.”

But the best of the whole dissuading campaign was the idea, in December 1940, of dropping from the sky upon the German troops thousands of flyers like the one in figure.




GUTSCHEIN

___________________

Per un solo

biglietto per l’Inghilterra

___________________

Solo andata! No ritorno!

I membri dell’esercito Tedesco, della marina e dell’aviazione

sono gentilmente invitati ad usare questo buono.

Saranno organizzati un cordiale benvenuto e buona musica d’intrattenimento. Grandi

fuochi d’artificio, nuoto libero, anche la sauna e molti altri

nuovi tipi di attività sono disponibili per gli spettabili visitatori.

In conseguenza alla molto cordiale accoglienza è molto probabile

che solo pochi degli amati ospiti tornerà a casa.

Valido per la prossima estate!

GUTSCHEIN

___________________

for a single

Ticket to England

___________________

Only for the outward journey! No return journey!

Members of the German army, the navy and the air force

are kindly invited to use this voucher.

A cordial welcome and good music for entertainment will be arranged. Great

fireworks, free swimming, also sauna and many other

new kinds of activities are available for the admired visitors.

As a result of the very kindly acceptance it is very likely

that only few of the amiable guests will return home.

Valid for next summer!

Monday, May 28, 2007

Sex voucher for Japanese soldiers

Stando ad un articolo pubblicato su chinadaily.com.cn (http://www.chinadaily.com.cn/english/doc/2005-07/08/content_458541.htm), un cartoncino 5 cm. x 3.8 cm ritrovato nella provincia cinese di Hebei sarebbe la prova che durante la seconda guerra mondiale i soldati giapponesi ricevevano voucher da spendere in prestazioni sessuali nei territori occupati (in questo caso in Cina).

Così, mentre i soldati della British Army ricevevano buoni acquisto per fare la spesa nelle botteghe tedesche (vedi post precedente), sull’altro fronte i soldati giapponesi dell’Esercito Imperiale venivano equipaggiati con buoni (di cui sfortunatamente non ho trovato illustrazione) da spendere con le “schiave del sesso” cinesi.

Durante l’invasione giapponese della Cina, infatti, sarebbero state circa 200.000 le donne cinesi rapite e forzate a prostituirsi nei 10.000 “centri del divertimento” allestiti in territorio cinese.

Friday, May 25, 2007

Presentazione

Der Gutschein”, anche noto come “voucher”, “coupon”, “buono d’acquisto” (o più semplicemente “buono”), può essere definito come “un certificato a cui corrisponde un determinato valore monetario” (da wikipedia). E’ più conosciuto ai giorni nostri come una versatile soluzione per fare regali, o, nel marketing, come stratagemma per invogliare la clientela ad acquistare un certo prodotto (il buono può valere come sconto sul prezzo del prodotto o per altre speciali promozioni).

Tuttavia la sua tipologia o funzione può essere la più varia: dai buoni pasto aziendali alle fiches nei casinò, passando per le voucher delle agenzie di vacanze.

Come curiosità, in figura (sopra) è mostrato un voucher in uso durante la seconda guerra mondiale. I soldati del regno unito di stanza in Germania, ricevevano buoni del genere spendibili in taverne convenzionate o per altri specifici acquisti.

L'alba del "Gutschein"

Una nuova era sta per iniziare...
Benvenuti finalmente nel primo blog del Biondo!